notebook per Photoshop

Un notebook per utilizzo domestico è differente da uno destinato alla grafica o al gaming, e su questa affermazione non sussistono dubbi. In questo articolo vedremo come la graphic design richieda specifiche e caratteristiche tecniche piuttosto elevate, quindi la scelta della componentistica influisce su quelle che sono le prestazioni finali.

Uno dei programmi di grafica più noti e utilizzati al mondo, è sicuramente Adobe Photoshop, software in circolazione da moltissimi anni, e che nelle ultime release ha raggiunto livelli davvero impensabili fino a non tanto tempo fa.

Photoshop: computer fisso o portatile?

Questo è l’eterno dilemma che affligge i grafici di mezzo mondo. Chiariamo quindi un aspetto fondamentale della questione: in linea di massima, a parità di costo, un computer fisso è più performante di un notebook, anche se negli ultimi anni questo gap è andato affievolendosi.

Ad ogni modo, ci sono situazioni per cui l’utilizzo di un computer fisso è impossibile, quindi l’analisi sulle caratteristiche del pc per photoshop riguarderà i notebook portatili.

In prima battuta consideriamo dunque il monitor. Se siamo soliti utilizzare il notebook collegato ad un monitor esterno di grandi dimensioni, significa che useremo raramente quello integrato, se non in mobilità.

Questa caratteristica incide notevolmente sul peso del computer portatile, quindi in tale situazione, meglio optare per uno schermi piccolo, dai 13” ai 15”. Al contrario, se i nostri occhi saranno sempre fissi sul display del notebook, meglio scegliere “polliciaggi” maggiori, dai 17” ai 19”.

Notebook per Photoshop: scheda video e memoria RAM

La scheda video e la memoria RAM di un notebook sono due caratteristiche fondamentali da prendere in considerazione per lavorare agevolmente con Photoshop. 

Per quanto riguarda la scheda video, questa dovrà assolutamente avere una sua memoria dedicata, e non attingere a quella RAM disponibile per il corretto funzionamento del sistema operativo e dei programmi installati.

Una buona scheda video inoltre, consente di operare anche ad alte risoluzioni, quindi diventa ancora più essenziale quando colleghiamo un monitor esterno.

In secondo luogo troviamo l’aspetto della memoria RAM. Per il funzionamento corretto di un notebook destinato ad un utilizzo domestico, possono essere sufficienti 4 Gb, ma per uno pensato per la grafica, tale valore sarebbe insufficiente.

Come riporta anche un articolo sui notebook per grafica pubblicato su s-m-webblog.com il “minimo” sindacale sono quindi 8 Gb di RAM, ma per lavorare in maniera fluida e senza intoppi, sono consigliati almeno 16 Gb. Dobbiamo ricordare infatti, che il software stesso ha dei requisiti di funzionamento ottimali molto alti.

Notebook per Photoshop: hard disk e processore

Due componenti ovviamente molto importanti da considerare per un notebook per Photoshop, sono quelle dell’hard disk e del processore. Per quanto riguarda il disco fisso, in commercio è ancora possibile trovarne di modelli tradizionali, in tagli da 1Tb o 2Tb.

Questi hard disk però, sono diventati praticamente obsoleti, e il mercato ha spinto sui più prestazionali SSD. Il motivo è molto semplice: sono più veloci e performanti. Questo aspetto è determinante per utilizzare correttamente Photoshop.

I file generati dal software infatti, sono solitamente piuttosto “corposi” e pesanti, quindi occupano molto spazio. Con questo presupposto, un disco che offre buoni tempi di scrittura e lettura, è determinante ai fini di un lavoro fluido, ovvero per non generare dei rallentamenti che in questo caso non sarebbero dovuti alle altre componenti. 

Un disco SSD ha mediamente prestazioni superiori ad uno tradizionale del 25%, quindi la scelta in questo caso appare piuttosto ovvia.

Proseguendo con l’analisi delle componenti dedicate alla grafica, arriviamo al discorso del processore. In questo ambito, il discorso è davvero molto ampio, ed elencare tutti i modelli offerti dal mercato è realmente impossibile.

La scelta può ricadere su un prodotto Intel o AMD, a seconda delle preferenze, ma ciò che è opportuno sapere, è che i processori level entry sono da scartare a priori. Il processore è il motore che “alimenta” il notebook, quindi questo componente deve essere potente e prestazionale.

Notebook per Photoshop: come scegliere

Le varie aziende che commercializzano notebook destinati alla grafica, quindi all’utilizzo con Photoshop, propongono differenti configurazioni in base all’utilizzo che di tali notebook si farà.

Le esigenze di un grafico per diletto, sono ben diverse da quelle di chi svolge l’attività in maniera professionale. Per questo motivo HP, Microsoft, Asus, Dell, Samsung ed altri brand, propongono computer con processori più o meno veloci, schede video e quantitativi di memoria Ram su misura dell’utente.

Dobbiamo tenere presente che un notebook destinato alla grafica ha un prezzo sicuramente superiore ad uno per utilizzi domestici. Guardare un film, scrivere un testo in Word, piuttosto che ascoltare un po’ di musica, richiede risorse inferiori di quelle necessarie per il funzionamento di Photoshop.

Per questo motivo, quando si valuta un acquisto di un notebook di questo tipo, il consiglio generale è quello di “abbondare” sulla qualità della configurazione.