App e turismo

Lo smartphone ha acquisito un ruolo predominante nella vita di ogni giorno. Ciò significa che necessariamente il marketing del settore turistico ha imparato a veicolare in modo più smart le informazioni e le procedure. Una delle chiavi più funzionali per i cittadini quanto per gli agenti del settore, è la possibilità di fruire di tutti i servizi mediante le applicazioni. Le App sono facili ed intuitive, permettono di prenotare voli, hotel, di confrontare rapidamente i prezzi e spesso anche risparmiare. Sono quindi un vantaggio fondamentale in termini di tempo e di costo.

Il settore del turismo è altamente disciplinato, nonostante sia composto da milioni di sfaccettature. La fruizione turistica è stata ripensata per essere ottimizzata e fruita mediante i nuovi canali, partendo dallo sviluppo delle pagine Facebook fino ad algoritmi che suggeriscono le vacanze in base agli interessi personali. La App quindi è diventato un nodo fondamentale perché aggrega tutta una serie di funzioni che prima erano distanziate e talvolta dispersive. Basti pensare che vi sono alcune applicazioni che permettono in pochi click di fare un confronto, prenotare voli, hotel e addirittura gite, esperienze mentre si visualizzano dritte e consigli di viaggio.

Proprio per questo è interessante porre attenzione su quelle che sono le tipologie principali in cui è possibile massimizzare la fruizione turistica tramite le App.

Acquisto voli e check in rapido

Un comparto fondamentale che ha riscontrato grande successo è quello delle applicazioni che permettono di effettuare l’acquisto di un volo e conseguentemente il check in rapido prima della partenza. In questo segmento rientrano due fondamentali fasce: quella che riguarda le compagnie aeree e quella che riguarda i portali che fungono da rivenditori.

Nel primo caso, tutte le compagnie aeree hanno creato la propria applicazione. Volendo fare un esempio sulla più grande compagnia a livello europeo, Ryanair, è possibile vedere come all’interno dell’App sia possibile acquistare il volo in poche mosse, inserendo data, destinazione e luogo di partenza.

Le applicazioni sono pensate per semplificare quei processi che, di fatto, mediante sito web sono più laboriosi. Sono ridotte all’osso e questo è un grande vantaggio che le rende facili da utilizzare anche per coloro che non hanno piena dimestichezza con gli strumenti online. L’applicazione Ryanair ufficiale è un canale di vendita diretto, sicuro, che permette di acquistare il biglietto ma anche tutta una serie di aggiunte come il bagaglio da stiva, l’ingresso prioritario, il posto a sedere.

Spesso le compagnie pensano proprio a degli sconti speciali che sono fruibili solo ed esclusivamente tramite le applicazioni. Oltre all’acquisto, è possibile anche fare il check in online Ryanair prima della partenza di un volo della compagnia irlandese. In poche mosse si ottiene la carta di imbarco, questa viene salvata nella propria area personale e non necessita di essere stampata per i controlli all’imbarco. Tantissime funzioni che prima richiedevano passaggi lunghi e laboriosi, che diventano smart e intuitive.

Comparazione di prezzi e acquisto di biglietti

Altro settore in cui le applicazioni sono state determinanti per il futuro è quello che riguarda la comparazione dei prezzi. Basta scaricare una semplice App per fare tutto il lavoro. Questo vale praticamente per tutti i segmenti del mercato, dai treni, ai biglietti aerei fino agli hotel.

Tra i comparatori più famosi per i biglietti dei voli figura certamente Skyscanner, ormai cavallo di battaglia del settore. Anche in questo caso basta scaricare l’App, inserire pochi dati e avviare la ricerca. Inoltre è anche possibile impostare un semplice campanello di avviso quando il prezzo cambia o per i pendolari è possibile farlo su una data tratta per ricevere delle offerte specifiche. Un altro esempio interessante può essere quello di Trivago che fa quel che promette. Scaricando l’applicazione è possibile confrontare il costo di una stanza in milioni di posti differenti. Uno strumento veramente utile che in pochi istanti effettua una ricerca che sarebbe impossibile fare manualmente. Non solo, altre applicazioni come quella di Booking, il famoso portale per la prenotazione delle camere d’albergo, fornisce agli iscritti una serie di sconti molto interessanti per le prenotazioni. Si tratta di esclusive riservate a coloro che hanno l’App e addirittura è previsto un programma per accumulare punti e passare di rango, con premi molto interessanti.

Musei e fruizione multimediale: il viaggio del contenuto

Il mondo del turismo ha imparato a dare rilievo multimediale anche al mondo dei musei. E quindi sono nate le applicazioni dirette dei musei che, in ogni parte del mondo, propongono una serie di contenuti esclusivi da fruire prima e dopo la visita. Tra le tante App che è possibile scaricare c’è KeyArt, una delle più belle in assoluto che utilizza la realtà aumentata per guidare l’utente all’interno di un museo. Si va dal National Gallery di Londra ai Musei Vaticani di Roma, dal MOMA di New York alla Galleria degli Uffizi di Firenze. L’interfaccia è semplice e ogni utente può avere così accesso ad una valanga di informazioni. Ovviamente questa non è l’unica, anche Quickmuseum è un’App straordinaria. Rivela al visitatore tutte le curiosità che ci sono dietro un’opera e quindi racconta aneddoti, propone quiz e giochi. Addirittura vengono proposte clip recitate da attori famosi. Tornando comunque alle applicazioni fornite dai musei ce ne sono alcune che sono veramente sbalorditive come il Rijksmuseum di Amsterdam che propone contenuti extra, tour virtuali e una serie di approfondimenti molto importanti.

Gite, escursioni ed esperienze di viaggio

Uno degli aspetti più interessanti del mondo del turismo tramite App è la possibilità di condensare in un solo portale tutta una serie di prodotti che prima richiedevano un lungo sforzo di ricerca e una districata valutazione.

Un’applicazione molto utilizzata è quella di un’azienda famosa, Airbnb. Anche se la stessa è conosciuta in particolare perché permette di prenotare alloggi in tutto il mondo, è in realtà organizzata per offrire al turista la possibilità di prenotare delle esperienze di viaggio. Mediante l’applicazione gratuita è possibile selezionare un luogo, una lingua ed eventualmente alcune preferenze. Si va dalla possibilità di imparare a fare la pasta fresca in Puglia con le nonne del posto, a guidare una barca a vela dall’altro lato del mondo. Sono tantissime esperienze che vengono proposte da locali e personale specializzato e che immergono direttamente nella vita, nell’avventura. In questo modo il turismo lascia, abbandona, quello che è il semplice concetto di “vacanza” per diventare qualcosa in più e trasformarsi in memoria, in ricordo.

Ci sono comunque anche altre applicazioni molto valide su questa scia, ma forse meno poetiche. Una di queste è la famosa GetYourGuide, un portale dove trovare i biglietti per tutta una serie di esperienze ed attività divertenti con valutazioni attente dei clienti che hanno usufruito dei ticket e soprattutto un’amplia platea di sconti destinati a coloro che sfruttano l’applicazione.

Turismo enogastronomico: dal conto al miglior piatto

Il mondo del turismo ha consolidato la sua partecipazione con tutte quelle applicazioni destinate al settore food&beverage. Questo è stato forse il primo comparto turistico ad attivarsi e sfruttare questo ponte digitale per crescere e svilupparsi su frontiere che non erano state ancora valicate.

Impossibile quindi non citare l’applicazione per eccellenza in Italia, ovvero Tripadvisor. Un decalogo completo dei ristoranti di tutto il mondo, comprensivo di piccoli bar, stellati e anche take away. Qualità del cibo, segnalazioni, consigli, recensioni e anche dettagli interessanti sul menu. Un’applicazione che è diventata indispensabile, anche nelle proprie città, ancor più quando si viaggia e non si conoscono bene i sapori del luogo ed è facile essere traditi da qualche posticino troppo turistico o un piatto non troppo fresco. Una vera salvezza per chi ama sperimentare in ambito culinario ma non vuole essere fregato da costi eccessivi o pietanze inadatte.

Un pensiero su “App e turismo, come migliorare e velocizzare l’esperienza di un turista”

I commenti sono chiusi.