Internet senza linea fissa le alternative

Ormai nel 2020 avere una linea telefonica fissa attiva è una scelta volontaria, dettata da diversi motivi. Con l’aumento della mobilità delle persone e l’estremo livello di versatilità garantito dagli smartphone (sia come prestazioni dello strumento sia come capacità di comunicare in modo classico o attraverso internet), pagare un canone telefonico è spesso vista come una spesa inutile, di cui ormai si può fare a meno. Lo stesso non si può dire per internet e, nell’articolo di oggi, proprio per rispondere a questa domanda, andremo a vedere come funziona internet senza linea fissa.

Per prima cosa bisogna partire dal presupposto che l’assenza di una linea fissa non inficerà in alcun modo le possibilità di connettersi ad una rete internet o eseguire delle telefonate. Grazie al proliferare di varie soluzioni, che andremo a vedere a breve, chiunque desideri la completa mobilità e libertà di navigazione (due dei motivi principali per cui si sceglie internet senza linea fissa) potrà essere accontentato.

Le principali alternative per internet senza linea fissa

Ipotizziamo una situazione in cui ci sia bisogno di avere una connessione ad internet stabile per navigare online tramite pc, tablet o cellulare. Per chi volesse navigare su Internet senza linea fissa le possibilità principali potrebbero essere 4:

  • abbonamento internet domestico senza linea telefonica (adsl o fibra)
  • connessioni wireless
  • router con SIM interna
  • hotspot con cellulare

Nei paragrafi seguenti andremo ad analizzare nel dettaglio ciascuna di queste soluzioni, con tutti i pregi e difetti del caso. Oltre a queste, tra le alternative per internet senza linea fissa merita di essere menzionato anche l’internet satellitare, che non affronteremo in questa occasione.

Abbonamento domestico senza linea telefonica

La prima opzione disponibile è quella composta da una connessione tramite periferica fisica, nello specifico un cavo internet/telefono. In senso stretto, è una variante della connessione a internet senza linea fissa, ma merita di essere citata per l’assenza del telefono fisso.

Quando si parla di ADSL infatti, si fa riferimento a quel tipo di collegamento internet che avviene utilizzando una linea di tipo tradizionale, dedicata a quello che potrebbe essere un telefono fisso. Sfruttando la potenza di questo hardware per il passaggio dati, la connessione arriverà direttamente nel dispositivo viaggiando nei cavi, garantendo una buona velocità e un alto grado di stabilità.

Allo stesso modo, con le tecnologie più recenti le connessioni tramite fibra ottica hanno potuto godere di una ancora maggiore capacità, garantendo le connessioni più veloci attualmente sul mercato. In entrambi i casi è possibile sfruttare componentistica già presente in casa o nelle vicinanze (soprattutto la linea telefonica) senza dover modificare le murature o creare nuovi canali di comunicazione; dal punto di vista dell’abbonamento, ci sono varie offerte sul mercato proposte dagli operatori senza la necessità di attivare una linea telefonica abbinata, e dunque senza il pagamento del relativo canone.

Connessioni wireless

In questo paragrafo andremo a vedere le tipologie di connessione dove il dispositivo può ricevere e inviare dati senza essere necessariamente collegato ad un canale fisico.

In primo luogo ci sono le connessioni Wi-Fi che sfruttano le già menzionate linee adsl e fibra: in queste, invece di raggiungere i dispositivi con un supporto fisico, i dati sono trasmessi da un access point, inviando determinate frequenze in un’area circostante il punto di diffusione. Più il dispositivo sarà vicino alla fonte delle frequenze, più alta sarà la velocità di trasferimento dati.

Secondariamente troviamo i router Wi-Fi, dove il metodo di trasmissione dei dati verso il dispositivo di navigazione è identico, cambia la modalità con cui tali informazioni raggiungono l’access point. Non ci sono più cavi del telefono o di fibra, come in precedenza, ma un’antenna di ricezione: il compito di quest’ultima è dialogare con delle antenne direzionali Wi-Fi nelle vicinanze e costruire un network di reti legate tra loro. Grazie alla comunicazione tramite frequenze radio, il Wi-Fi può coprire aree più vaste, difficilmente raggiungibili con connessioni a cavo. L’uso di antenne direzionali interconnesse fra loro, ad esempio, permette di coprire grandi distanze esterne, offrendo così la possibilità di portare la banda larga (sfruttando numerosi ponti radio) nei territori non coperti dalla rete cablata.

Router con SIM interna

Anche questa connessione è utilizzabile captando onde radio da un access point, ma invece di legarsi ad antenne direzionali o supporti fisici ha al suo interno una SIM, identica in tutto e per tutto a quella utilizzata nei comuni smartphone. A livello pratico questa soluzione permetterà di avere un dispositivo che utilizzerà la SIM esclusivamente per il trasferimento dati online, senza la necessità di dover pagare per abbonamenti che contengano minuti o traffico sms. Numerosi gestori hanno a disposizione piani tariffari dedicati per soluzioni simili, che permettono evitare del tutto ogni possibile costo legato ad una linea telefonica.

Hotspot con cellulare

L’ultima soluzione, forse un pochino più macchinosa ma sul lungo periodo più economica, consiste semplicemente nell’utilizzare il cellulare in modalità Hotspot, rendendolo di fatto un access point per altri dispositivi in un determinato raggio d’azione. Così facendo, mantenendo un solo contratto attivo (del cellulare) si potranno connettere tutti i dispositivi di proprietà, massimizzando l’utilizzo della rete a disposizione. Si tratta di una soluzione adottabile preferibilmente in abbinamento ad un piano tariffario che prevede GB infiniti, in modo da non dover stare troppo attenti ai consumi di dati.

Con queste soluzioni abbiamo visto tutte le possibili alternative per avere una connessione Internet senza linea fissa; l’ultima cosa da fare è valutare attentamente le proprie esigenze e trovare il miglior compromesso possibile!