Il calcolo della perdita di carico delle tubazioni dell'aria, come svolgerlo

Il calcolo perdite di carico tubazioni aria è un’operazione che deve essere svolta con precisione proprio per evitare che possano esserci dei lavori che potrebbero essere tutt’altro che ottimali, quindi andare incontro a potenziali problemi relativi alla gestione dell’azienda e delle sue diverse spese che, molto spesso, si aggiungono improvvisamente.
Ecco come procedere per riuscire in tale impresa senza dover fronteggiare lunghe e incredibili spese.

Perché svolgere questo tipo di operazione

Come per ogni altro tipo di impianto, occorre necessariamente prendere in considerazione il fatto che questo tipo di lavoro è fondamentale per poter evitare che gli impianti possano subire dei grossi danni.
Con il passare del tempo potrebbero venirsi a creare delle potenziali situazioni che possono essere poco piacevoli da fronteggiare.
Per esempio si dovrebbe sostituire l’intero impianto per evitare che possano esserci delle situazioni che rendono la gestione degli impianti meno semplice del previsto.
Ecco perché questo tipo di operazione deve essere svolta con attenzione, evitando quindi che i costi di gestione aziendale possano essere costanti nel tempo.

Come svolgere un buon calcolo

Per svolgere un buon lavoro occorre necessariamente prendere in considerazione il fatto che questo tipo di lavoro deve essere svolto utilizzando determinati prodotti.
In questo caso il calcolo perdite di carico canali aria con excel è la scelta migliore che deve essere svolta dato che, così facendo, è possibile avere l’occasione di evitare che tutti i vari problemi possano essere tutt’altro che facili da fronteggiare.
Occorre quindi valutare anche questo aspetto, ovvero facilitarsi il lavoro di gestione dell’impianto.
La prima fase del calcolo deve essere svolta analizzando la velocità dell’aria dei canali, che si ottiene dividendo la portata per l’area dove passa il flusso dell’aria.
Ecco quindi che già da questo primo dato si ha l’opportunità di ottenere un valore ben preciso che poi deve essere utilizzato in altri calcoli, facendo in modo che l’analisi possa essere svolta con estrema precisione.

Il proseguimento dei calcoli

Quando si deve svolgere questo calcolo occorre anche considerare un altro parametro, ovvero quello di Reynolds, che deve essere analizzato con cura.
In questo caso occorre necessariamente prendere in considerazione il valore prima ottenuto e successivamente moltiplicarlo per la dimensione del tubo.
In questo modo si ottiene un dato che deve essere diviso per la vischiosità dell’aria.
In questo modo è possibile avere l’occasione di proseguire nello svolgere il calcolo della perdita dei ventilatori industriali evitando che la procedura possa essere poco semplice da fronteggiare.
Ovviamente occorre valutare anche diversi aspetti in maniera tale che questa valutazione sia svolta con estrema cura e si possano evitare potenziali errori che sono poco piacevoli.

La fase finale del calcolo

A questo punto occorre necessariamente prendere in considerazione il coefficiente del calcolo perdita di carico canali aria in maniera tale da ottenere un buon dato finale.
Per svolgere questa procedura occorre solamente moltiplicare il dato prima ottenuto per il risultato della divisione tra dimensione e diametro del tubo e l’attrito che riscontra l’aria.
In questo modo è possibile svolgere un’analisi ben precisa comparando il dato ottenuto con le diverse tabelle online, che permettono di capire il tipo di intervento che deve essere svolto.
Così facendo si ha una panoramica generale che permette a tutti gli effetti di evitare che la tubazione possa essere tutt’altro che ottimale da sfruttare e che l’impianto funzioni in modo non preciso come si vorrebbe.
Grazie a tale procedura è quindi possibile avere sempre sotto controllo l’intera situazione degli impianti dell’aria e delle tubazioni che li caratterizzano.